user_mobilelogo

Dal 3 dicembre 2016, grazie alla conversione in legge del DL 193/2016 e con la sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (L. 225 del 1.12.2016) torna possibile presentare in forma cartacea direttamente allo sportello il Mod. F24 per il pagamento, a condizione che

  • il soggetto che versa e a cui è intestato l’F24 sia una persona fisica non titolare di P. IVA;
  • il modello non sia compensato con crediti d’imposta.

 

Il pagamento delle imposte a mezzo mod. F24 può avvenire

  • in forma cartacea;
  • con modalità telematica.

  

MODALITÀ

OGGETTO

QUANDO È POSSIBILE

Forma cartacea

Il contribuente si reca personalmente presso gli sportelli di banche, poste o enti per la riscossione (ad es. Equitalia) e procede al pagamento delle somme a debito o alla presentazione del Mod. F24 a zero o compensato parzialmente.

 

Modalità non sempre utilizzabile, dipende dai casi (nel caso di compensazione totale o parziale non è infatti possibile, l’ente le risponderà che deve usare i canali telematici).

 

Con modalità telematica

Il contribuente utilizza canali telematici (Entratel, Fisconline o remote banking) per procedere al pagamento.

Modalità sempre utilizzabile

 

COME FUNZIONAVA PRIMA DEL 3.12.2016

SOGGETTO INTERESSATO

COME SI PRESENTAVA IL MOD. F24

Titolare di P. IVA (persona fisica o società)

 

Il Mod. F24 si paga (regola rimasta immutata) servendosi in alternativa:

  • di un intermediario abilitato Entratel;
  • abilitandosi personalmente ai servizi messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (Fisconline);
  • utilizzando i servizi bancari di remote banking.

NON È MAI POSSIBILE LA PRESENTAZIONE CARTACEA

 

 

Persona fisica NON titolare di P. IVA (privati, ma anche soci di società che non abbiano P. IVA)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In caso di:

  • F24 con saldo finale a zero;
  • F24 con saldo finale diverso da zero ma con presenza di compensazione;
  • F24 con saldo finale superiore a euro 1.000 senza compensazione.

Il Mod. F24 si pagava (regola rimasta immutata) servendosi in alternativa:

  • di un intermediario abilitato Entratel;
  • abilitandosi personalmente ai servizi messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (Fisconline);
  • Utilizzando i servizi bancari di remote banking.

NON È MAI POSSIBILE LA PRESENTAZIONE CARTACEA

In caso di F24 con saldo finale inferiore ad euro 1.000 non compensato.

Possibile in alternativa:

  • modalità telematica – opzione del contribuente;
  • presentazione cartacea.

 

 

COME FUNZIONERÀ DAL 3.12.2016

Cosa cambia:

Torna possibile presentare l’F24 cartaceo per le persone fisiche non titolari di P.IVA presentabile in banca, posta o presso gli enti della riscossione se:

  • l’importo non è compensato;
  • anche se l’importo a debito è superiore ad euro 1.000.

(in pratica muta solo la regola di presentazione nel caso evidenziato in rosso nella tabella precedente)

TUTTO IL RESTO RIMANE UGUALE

 

 

Persona fisica titolare di P. IVA

Persona fisica non titolare di P. IVA (privato)

F24 compensato totalmente: saldo da versare uguale a zero

Modalità telematica

Modalità telematica

F24 compensato parzialmente: saldo da versare a debito

Modalità telematica

Modalità telematica

F24 non compensato – debito superiore ad euro 1.000

Modalità telematica

In alternativa:

  • modalità telematica;
  • modalità cartacea.

 

F24 non compensato – debito superiore ad euro 1.000

Modalità telematica

In alternativa:

  • modalità telematica;
  • modalità cartacea.

 

Il mio profilo Facebook

Il mio profilo Twitter

Il mio profilo LinkedIn

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie consulta l'informativa.
Cliccando su "Ok, accetto" o continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità all'informativa.