user_mobilelogo

Con la Circolare 41/E del 03/10/2016 l'Agenzia delle Entrate definisce le modalità di riammissione alla rateazione per i contribuenti che

  • sono decaduti dal piano di rateazione,

  • hanno definito le somme dovute mediante adesione all’accertamento, o al processo verbale di constatazione, all’invito a comparire al contraddittorio, oppure hanno prestato acquiescenza all’accertamento.

Nessuna possibilità di riammissione per la decadenza riferita alla rateazione degli atti di conciliazione giudiziale e accordi di mediazione.

L’opportunità della riammissione è offerta a tutti i contribuenti che sono decaduti nel periodo che va dal 15 ottobre 2015 al primo luglio 2016 e interessala totalità delle imposte erariali.

Per ottenere un nuovo piano di rateizzazione bisogna presentare un’istanza all’ufficio competente dell'Agenzia delle Entrate entro il 20 ottobre, dove riportare l’indicazione degli estremi dell’atto a cui si riferisce il piano di rateazione già decaduto e decidere il numero di rate trimestrali su cui s’intende pagare l’importo residuo, con una durata massima di 16 rate trimestrali.

 

Il mio profilo Facebook

Il mio profilo Twitter

Il mio profilo LinkedIn

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie consulta l'informativa.
Cliccando su "Ok, accetto" o continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità all'informativa.